Approvazione Consuntivo

Proposte di Delibere da  votare, riguardanti aspetti del Consuntivo che devono essere approvati dall’Assemblea

1) – Reclamo Letture Marco Travaglini per stima consumi riscaldamento a fronte rottura contatore Caldo rilevata da Green-Sea con lettura a Giugno e non riparata per stagione invernale 2013 (ott-dic)  a causa ritardi manutentore Green sea – stima a valore storico, non applicato stesso criteri per contatori Gezza Guasti Proposta applicare per questo esercizio per queste unità calcolo a millesimi tabella Impianti riscaldamento

2)  Addebito spese raffreddamento per Millesimi Tabella Impianti

Per il raffreddamento a seguito:

  •    revisione costi impianto e analisi consumo involontario e volontario
  •    rottura di 15 contatori su totale di 51 contatori  ( 7 scoperti a Luglio , 8 con le letture di fine     anno)
  •    identificati contatori con consumi involontari in alcuni appartamenti (5) , causa assenza valvole di zona, detti consumi non sono sempre presenti e si hanno solo su alcuni appartamenti nei piani alti

si è proceduto a ripartire tutte le spese relativ al reffreddamento  in base a Tabella millesimi Impianti

4) Addebito Contatori Guasti

Nessun Condomino ha proposto che i contatori devono essere gestiti dai Privati, bensì si è fatto notare che i contatori sono stati sempre esclusi dal contratto di manutenzione degli Impianti sottoscritto con l’attuale manutentore.

L’ unico impegno di questa società è stata la lettura dei contatori e verifica degli stessi. Sulla manutenzione la documentazione consegnata al rogito indicava nel proprietario immobile la responsabilità di dare la manutenzione a personale certificato. In realtà dopo  tre anni nessuno contatore è stato pulito o oggetto di attività di  manutenzione.

I  contatori,come da art 1117 codice civile sulle  Parti Comuni del Condominio , non sono parte Condominiale poiché sono a valle della diramazione individuale dei collegamenti tra Centrale e le singole unità. Il costo di sostituzione dei contatori è da imputare ai singoli condomini.

Per la manutenzione , pulizia e lettura devono essere gestite dal Condominio per poter facilitare le operazioni di verifica dei consumi.

L’addebito di questi costi  deve essere fatto in base al numero di contatori posseduti, non ai millesimi della tabella Impianti, sia  perché questa è la modalità utilizzata dai fornitori per definire la quotazione del servizio sia perché le unità immobiliari  non hanno tutte lo stesso numero di contatori.

I singoli Condomini hanno l’obbligo di verificare le letture e collaborare con il manutentore per i controlli. Ai Condomini che si oppongono all’addebito per la sostituzione del suoi contatore e/o non collaborino alla verifica della correttezza della lettura dei consumi, deve essere addebitato un consumo pari al al max consumo possibile per la sua unità (determinato con la diagnosi energetica ) o calcolo alternativo utilizzando valori storici se disponibili o altro.

5) Modificare la delibera della prima Assemblea che ripartiva le spese degli impianti in una parte fissa (consumo involontario) 20% da addebitare secondo tabella riscaldamento e una a consumo (80%) da addebitare in base ai consumi registrati dai contatori (risc, raff, acs)

Modifiche proposte :

  • Specificare che si parla dei soli consumi, come da normativa UNI
  • Cambiare la suddivisione tra  consumo involontario e quello volontario, specie per il sistema di raffreddamento e per quello di riscaldamento-ACS
Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...