Calcare – Impianti di raffreddamento e caldaie acqua calda

Per chi segue le vicende del nostro Condominio ormai è noto  che la presenza del  calcare sia un problema alla base dei malfunzionamenti che si sono avuti nelle settimane scorse e che , a parere di molti , stanno riducendo l’efficacia degli impianti.

Non tutti,  forse sono a conoscenza , della storia di questi impianti che noi abbiamo appreso in questi giorni in cui ci siamo interessati al tema.

Qui sotto una breve sintesi e aggiornamento sulla situazione.

Il progetto iniziale , prevedeva per il raffreddamento degli appartamenti dei normali condizionatori a gas, con split negli appartamenti e piccole unità esterne nei balconi / finestre per ogni appartamento.

Per qualche ragione che non conosciamo , ma che se ci sarà riferita  vi aggiorneremo subito, l’Immobiliare a progetto in esecuzione richiede una variante, prevedendo un nuovo sistema chiamato ventilconvettore che prevede sempre gli split negli appartamenti e tramite canalizzazione un sistema  associato a un unico gruppo frigorifero centrale.

In fase d’esecuzione la società capo commessa  e la società che eseguiva l’installazione degli impianti (la stessa che cura la manutenzione) segnalano 2 interventi  che ritengono essenziali :

– Installazione di autoclave per far arrivare l’acqua nei piani alti, proposta accettata;

-installazione di un addolcitore per eliminazione calcare per sistema di raffreddamento e per le caldaie d’acqua calda , proposta non accettata.

Dopo circa 2 anni e qualche mese il sistema di raffreddamento ha diversi malfunzionamenti,  imputati in un primo momento a un interruttore che saltava spesso, poi a fronte dell’ennesimo guasto la società di manutenzione informa l’amministratore che è necessario un intervento di manutenzione per rimozione del calcare costo 2.800 euro + iva (20 giugno)

Il giorno successivo cerchiamo di contattare l’amministratore, ma siamo informati che è fuori sede, la signora dello studio ci riferisce anche che ha problemi con la posta e che non ha ancora visto le diverse comunicazioni per il guasto.

Uno dei consiglieri scrive all’immobiliare (geometra ufficio tecnico ) segnalando il guasto e la necessità di coinvolgere  anche chi aveva progettato il sistema (ore 10).

Alle 12 il geometra risponde confermando che hanno coinvolto il progettista e sentiranno la ditta di manutenzione/installazione.

In realtà hanno gia’ convocato una riunione urgente nel primo pomeriggo dello stesso giorno  presso il Condominio , con tutte le società  coinvolte e anche con comunicazione via telefono con Amministratore.

Del risultato della riunione abbiamo già relazionato in un post precedente (aggiornamento per guasti impianto di condizionamento 22 giugno).

Purtroppo i tempi si allungano e il piano d’azione uscito dalla riunione tarda a concretizzarsi in un piano di lavori approvato .

Le ultime notizie , pervenute via Amministratore, sono che il problema è stato passato dall’immobiliare alla società a capo della commessa. I tempi di esecuzione degli interventi non sono definiti. (5 luglio)

Alcuni condomini hanno espresso l’esigenza di avere un esperto che verifichi la situazione degli impianti e partecipi alla scelta degli interventi a  tutela degli  interessi del Condominio.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in News. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...